Tips Porcellana Fredda









Quando lavoriamo la porcellana fredda in luoghi umidi, gli oggetti creati tendono ad incrinarsi.



Utilizzando un poco di pasta di porcellana fredda dello stesso colore dell'oggetto  che dobbiamo riparare, prima con un pennello passiamo un pò di colla nella crepa che da aggiustare (l'ideale sarebbe usare lo stesso tipo di colla che è stato usato per la composizione della pasta), dopo andremo a riempirla con la pasta; se dovesse risultarci difficile da riempire possimo comunque inumidire la pasta con alcune gocce di acqua.

Successivamente con un dito andremo a riempire e spianare tutte le parti incrinate.


Questo succede prevalentemente alla pasta di colore nero, poichè asciuga più velocemente del normale, succede anche quando durante la preparazione subisce una cottura più del dovuto ed anche quando non viene avvolta bene prima della conservazione.

Può capitare di conservare resti inutilizzati di porcellana fredda, e successivamente quando andiamo ad utilizzarla la troviamo relativamente dura.

Possiamo rimediare utilizzando un pò di acqua calda.

In un recipiente mettiamo la pasta fatta a pezzetti, e la mescoliamo con un poco d'acqua calda, dopo qualche secondo la tiriamo fuori per evitare che assorba troppa acqua ed iniziamo ad impastarla normalmente fino ad ottenere la morbidezza desiderata.



Quando ci ritroviamo con la nostra pasta troppo appiccicosa che risulta impossibile impastarla e ci resta appiccicata alle mani; possiamo rimediare in vari modi:

1- Aprire il contenitore della pasta e lasciarlo aperto per vari minuti, e di tanto in tanto toccarla per vedere se effettivamente di sta indurendo. Se non funziona, possiamo anche.

2- Metterla nel forno a microonde per alcuni secondi, fino a raggiungere la durezza desiderata.

E raccomandabile provare pochi secondi per volta, poichè lasciandola nel forno per un tempo eccessivamente lungo rischiamo di cuocerla più del dovuto.



Conservanti: Se non vogliamo utilizzare il benzoato di sodio come conservante, possiamo utilizzare aceto di vino bianco, alcool o succo di limone. Le quantità dipendono da quanta pasta stiamo preparando.

IMPORTANTE: il Formol, da molti utilizato nella preparazione della porcellana fredda, non lo raccomando, è tossico, può provocarci problemi di salute.

Colla Vinilica: Perchè la nostra pasta sia di buona qualità, e per evitare il formarsi di incrinature, anche la colla deve essere di buona qualità, per trovarla possiamo solamente provarne varie fino a trovare la migliore.

Glicerina: Dato che è commestibile, non ha importanza se utiliziamo glicerina comprata in farmacia o altrove.